venerdì 27 aprile 2007

Il ricevimento del 東間部犀(Azumazeki-Beya Koenkai) al 第一ホテル両国(Dai-Ichi Hotel Ryogoku), prima parte

Eh si ho fatto anche questo, sono stato l'unico ospite straniero ad un ricevimento di una delle più importanti squadre di Sumo del Giappone per i festeggiamenti per la fine del campionato. L'evento si teneva al 第一ホテル両国(Dai-Ichi Hotel Ryogoku), una torre rettangolare alta 100 metri al 1-6-1 Yokoami, Sumida-ku, Tokyo, ad un tiro di schioppo dal tempio del sumo. Trovate l'hotel alle coordinate GoogleEarth 35°41'54.14"N 139°47'48.80"E. In riva al 隅田川(Fiume Sumida) che costeggia anche Asakusa che sta più a nord sull'altra sponda. Ci si arriva con la JR Chuo-Sobu line, non la linea rapida arancione, ma quella locale gialla che taglia diametralmente il cerchio della Yamanote line passando da una parte per Shinjuku e dall'altra per Akihabara. Dopo Akihabara superate Asakusabashi e scendete a Ryogoku. Per vedere la mappa cliccate qui.

Qui una vista satellitare del complesso: il binario sotto è la Chuo-Sobu line, con la strazione di Ryogoku. Noi provenivamo da Shibuya, abbiamo preso la Yamanote fino a Shinjuku, poi la Chuo fino a Ryogoku. Dalla stazione abbiamo preso un taxi ma era tutto bloccato perchè proprio in quel momento la folla defluiva dal tempio del sumo in occasione della conclusione dei combattimenti.

Questa mappina proviene dal sito dell'albergo.
Il padre di un amico che mi accompagnava è a capo di un fan club dell'東間部犀(Azumazeki-Beya Koenkai), e ci ha fatto la grande gentilezza di invitarci, a quanto mi hanno detto era un grande onore presenziare ad una cosa così tanto privatamente Giapponese, e poi c'era l'alta società, insomma era incredibilmente strano e a tratti imbarazzante per l'etichetta da rispettare in occasioni del genere.

L'entrata dell'albergo (foto dal sito dell'albergo)

L'albergo con alle spalle il giganteso museo di Tokyo Edo e il tempio del sumo...(foto dal sito dell'albergo)

Una foto notturna che mette in mostra la maestosità della costruzione (foto dal sito dell'albergo)

La scannerizzazione del giornale della scuola di sumo, gestita dal signore dell'ovale, un hawaiano immigrato in Giappone che si chiama 高見山(Takamiyama)

Alcuni purosangue della scuola schierati in "pose plastiche"...

E le schede degli allievi: il più grande è del 1976. Sono giovanissimi ma comunque giganteschi come si vedrà nelle foto successive: le loro famiglie hanno fatto grossi sacrifici per poterli iscrivere e pagare le onerosissime rette di frequenza. Il lottatore di sumo porta avanti una vita di sacrifici, soprattutto alimentari (chiaramente all'ingrasso).

Fare il lottatore di Sumo e avere successo significa avere tantissimi soldi, fama e moltissime donne (immaginerete perchè...)

Al nostro arrivo ci hanno fatto mettere questo adesivo sui vestiti, è la caricatura del maestro 高見山(Takamiyama).

Siamo arrivati al quinto piano, alla sala 大宴会場(kyosumi). Dopo qualche tempo di attesa siamo entrati e la visione era paradisiaca, cibo ovunque, un'atmosfera rilassata e sofisticata, e alcune cose particolari come questo chioschetto dove gli allievi più giovani della scuola venivano schiavizzati a cucinare il nabe (il cibo che mangiano per ingrassare).

Questa era la moglie dell'amico del padre del mio amico, che è stata gentilissima e mi ha riempito di regali...

Questo bestione si chiama Takamisakari...

Questo era veramente enorme, si chiama Ushiomaru!

Poi una ragazza in kimono è salita sul palco, era la stessa con la quale volevano farmi fare una foto ma lei si è vergognata..., insomma è salita sul palco e ha cominciato a dire cose incredibili, chiaramente in giapponese, e poi ha intonato una melodia con un flauto: dietro aveva due tipi che facevano una specie di balletto seguendo la musica, e hanno tutti iniziato a cantare una canzone, e qui sopra c'è il testo: è una canzone del 1941, si intitola 一月一日(primo gennaio), è stata composta da Ue Sanemichi con le parole di Senge Takatomi: la traduzione del testo:

Uno: Inizia l'anno nuovo, l'avvenimento infinitamente felice di questo mondo, in ogni angolo si mettono in ornamento il pino e il bambu. Festeggiamo oggi questo giorno piacevole. Due: il fulgore del primo giorno brilla da ogni parte,volgi il tuo viso al cielo stamattina in preghiera.

Ho ripreso tutto con la videocamera, appena ci riesco posto tutti i video!

Dopo la canzone abbiamo tutti partecipato ad una lotteria, ed abbiamo anche vinto dei premi...

L'immancabile sake...

L'adesivo del club

Io avevo intenzioni bellicose...questa è una botte piena di 日本酒(sake), dietro ce n'erano altre chiuse e formavano una piramide...

Arriva il mio turno...

Ho vinto anche io! (nei prossimi post capirete cosa ho vinto...)

Alla fine della serata si sono schierati per salutarci, mentre tutti facevano la fila per prendere le giacche dal guardaroba, io distrattamente stavo passando avanti e mi hanno strattonato, cavoli sono pur sempre Italiano, un pò di comprensione...

2 commenti:

Weltall ha detto...

Ahhhhh cugino! Posso guardarmi e leggermi con calma questi post visto che sono a casa con la febbre!!!
Certo che è un bel sacrificio diventare un lottatore di sumo...sarei curioso di sapere cpme reagisce l'organismo a questo forzato "ingrassamento". Quello dell' immagine 14 poteva mangiare con tutta tranquillità, sia te che Nori-chan^_____^

Walker Elmas Ranger ha detto...

Pensa che quel tipo dell'immagine 14 ha la mia età, è del 1978! COSE INCREDIBILI!

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola