giovedì 8 maggio 2008

2005年日本国際博覧会のサツキとメイの家 (La casa di Satsuki e Mei, esposizione universale 2005)

La prima apertura al pubblico della casa di Totoro, nel 2005, è durata sei mesi: dal 25 marzo 2005 al 25 settembre. I biglietti e la prenotazione degli stessi erano gratuiti, perchè i visitatori erano tenuti a pagare esclusivamente l'accesso all'esposizione universale. Il sito preselto era 長久手(Nagakute-chō - Nagakute), città di Nagoya. Fu deciso di gestire queste prenotazioni attraverso il sistema LOPPI della catena Lawson, lo stesso utilizzato per la vendita e la prenotazione dei biglietti per il 三鷹の森ジブリ美術館(Mitaka no mori jiburi bijutsukan - Museo Ghibli della foresta di Mitaka) (maggiori dettagli qui).

Il primo marzo 2005, all'apertura delle prenotazioni, i biglietti per l'accesso alla casa, per l'intera durata dell'esposizione universale furono esauriti in cinque ore, si calcola che approssimativamente 240.000 persone abbiano cercato di accaparrarsi i 30.000 biglietti disponibili. Il primo di aprile 2005, la richiesta era arrivata a quota 600.000, e alle 10am di quello stesso giorno il sistema di prenotazioni impazzì. Di conseguenza alla sparizione dei biglietti dal mercato, fiorì un terrificante mercato dei biglietti già acquistati e rimessi in vendita da scaltri individui, che grazie a siti come Yahoo e eBay portò ad un vero e proprio bagarinaggio online con un conseguente vertiginoso aumento dei prezzi.

Verso la fine di aprile, deciso l'aumento di visitatori giornalieri alla casa per consentire al maggior numero di visitatori possibile l'accesso, e con l'intento di stroncare il bagarinaggio, la Ghibli decise di abbandonare il sistema elettronico di prenotazioni per passare ad un bizzarro sistema a "lotteria": chiuque volesse visitare la ricostruzione della casa, doveva spedire una cartolina e sperare di essere sorteggiato. L'accesso alla casa era regolato in massimo 800 persone al giorno, gli orari di apertura erano 11:00/18:00 e ogni tour guidato durava 30 minuti (qui la pagina del sistema a "lotteria" per l'accesso alla casa, con tutte le regole, qui le regole per coloro che già possedevano il biglietto).

(Picture by Cedric Sam, all rights reserved) Questo era il pass per l'accesso al padiglione che avevano ricevuto i pochi fortunati visitatori.

(Picture from EXPO 2005 official site) Questa è la mappa del percorso che i visitatori dovevano affrontare durante la visita guidata alla casa e ai dintorni, che comprendevano alcune stradine viste nel film, la stazione dell'autobus e altri particolari.

(Picture from EXPO 2005 official site) Questa è la pianta della casa, che comprende pure il pozzo, perfettamente funzionante. Inutile dire che la ricostruzione è al limite del maniacale...

(Picture from Wikipedia) Una panoramica della casa. Chi non fosse riuscito a prendere i biglietti per la casa, poteva osservarla da una piattaforma panoramica, abbastanza distante: la foto è scattata proprio da lì.

(Picture by Yuki717, all rights reserved) La vegetazione estiva di questa foto aiuta a rievocare l'atmosfera del film!

(Picture on the left by Cedric Sam, all rights reserved) Non poteva mancare il cartello del bus-stop dove le Satsuki e Mei hanno un incontro ravvicinato con Totoro!

(Picture by Cedric Sam, all rights reserved) Lo studio del padre di Satsuki e Mei: ogni libro è nel posto dove Miyazaki l'aveva disegnato, ormai 20 anni fa!

(Picture by Cedric Sam, all rights reserved) La bicicletta del padre di Satsuki e Mei!

(Picture by Cedric Sam, all rights reserved) La parte anteriore della casa, quella costruita in stile occidentale con la soffitta piena zeppa di Makkuro-kurosuke! Che ha visto il film si ricorderà di quanto fosse divertente, per Satsuki e Mei, far ondeggiare il decadente patio anteriore della casa: beh, anche questo patio, quello vero, è tarlato e consumato alla base, e riparato alla buona come nel film...incredibile...la fotografia qui sopra non mente!

(Picture by Cedric Sam, all rights reserved) Il bagno con la vasca...

(Picture by Spiaggia, all rights reserved) Il bagno visto da un'altra angolazione.

Il 15 febbraio 2006, il governo della prefettura di Aichi decise di riaprire la casa e il parco annesso ai visitatori, stanziando ben 3,5 miliardi di Yen per il restauro dei beni, in quello che si sarebbe chiamato 愛・地球博記念公園(Ai-Chikyuhaku Kinen Kōen - Parco della memoria dell'esposizione universale di Ai), chiamato precedentemente 愛知県立大学(Aichi kenritsu daigaku - Università della prefettura di Aichi). La casa è tutt'ora visitabile, le modalità sono sempre le stesse, e per i biglietti, se non avete fortuna da Lawson, provate in una qualsiasi agenzia di viaggi della JTB! Il prezzo, per un adulto è di 500 yen (3,13 euro), per un bambino 250 yen (1,56 euro), le visite iniziano alle 8:30 e finiscono alle 15:15, e durano sempre 30 minuti.

Accesso alla zona:

(Picture from EXPO 2005 official site) Questa è la mappa per l'accesso automobilistico alla zona, e consente di vedere la posizione della zona di 長久手(Nagakute-chō - Nagakute), nella città di Nagoya.

(Picture from EXPO 2005 official site) Questa è la mappa per l'accesso ferroviario alla zona.

Innanzitutto, 名古屋(Nagoya) è all'interno della direttrice ferroviaria 東海道(Tōkaidō), quindi può essere facilmente raggiunta sia da nord che sa sud tramite shinkansen con la linea 東海道新幹線(Tōkaidō Shinkansen), o con treni ordinari della 東海旅客鉄道株式会社(Tōkai Ryokaku Tetsudō Kabushiki-gaisha - Central Japan Railway Company o "JR central") con le linee 東海道本線(Tōkaidō-honsen - Tokaido main line), 中央本(Chūō-honsen - Chuo main line), 関西本(Kansai-honsen - Kansai main line) e 高山本(Takayama Honsen - Takayama main line). Una volta alla 名古屋(Nagoya-eki - Nagoya station), attenzione a non perdervi, infatti avete appena messo piede nella stazione più grande del mondo per estensione! Da qui, prendete la metropolitana, la linea 東山(Higashiyama-sen - Higashiyama line), ufficialmente conosciuta come 名古屋高速度鉄道第1号(Nagoya-shi Kōsokudo Tetsudō Dai-ichi-gō-sen - Nagoya City Rapid Railway Line 1) gestita dalla 名古屋営地下鉄(Nagoya-Shi Chikatetsu - Nagoya Municipal Subway). Questa linea, contraddistinta dal colore giallo e dalla lettera "H", vede la stazione di Nagoya come fermata numero 8 ("H08"). Prendete la direzione 伏見(Fushimi) fino all'ultima fermata, 14 kilometri e 14 stazioni più in là, la 藤が丘(Fujigaoka-eki - Fujigaoka station) o H22. Da qui prendete la 愛知高速交通東部丘陵(Aichi Kōsoku Kōtsū Tōbu Kyūryō-sen - Aichi High-Speed Transit Tobu Kyuryo Line), conosciuta come リニモ(Rinimo - Linimo), ovvero la prima linea urbana dotata di treni a levitazione magnetica del mondo, gestita dalla 愛知高速交通株式会社(Aichi Kōsoku Kōtsū Kabushiki Gaisha - Aichi Rapid Transit Co., Ltd.) e contraddistinta dalla lettera "L". Fujigaoka è la fermata L01. Scendete alla 愛・地球博記念公園(Ai-Chikyuhaku Kinen Kōen-eki - Ai expo memorial park station), L07. Siete arrivati!

4 commenti:

Weltall ha detto...

Bellissima!!!
Cugino, la prossima volta devi andarci!!!
Puoi fare la prenotazione da JTB, giusto ^__*?

カズ ・クラ kazu.kura ha detto...

Che Cuggino birichino eh ^^ PS vengo anche iooo

nicolacassa ha detto...

>cuggino> Si! ^_____*

>Cla> Si vieniiiii!!

Sarubatore1976 ha detto...

Ciao,sono in procinto di partire di nuovo per il giappone, e mi interessava sapere se era ancora possibile visitare questamagnifica casa!
Grazie e complimrnti per il blog,è sempre molto interessante(e fonte di spunti per viaggi ,)

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola