domenica 25 gennaio 2009

風さわやかに11 (Vento Rinfrescante, parte undicesima). 運動会1 (La giornata dello sport, parte prima): 入場行進と選手宣誓 (La parata ed il giuramento)


Se non riuscite a vedere il video su questo blog, cliccate qui!!

Undicesima parte di さわやかに(Kaze sawayaka ni - Vento rinfrescante), il filmato scolastico incredibilmente rimediato dal sottoscritto. Si tratta del filmato celebrativo di fine anno scolastico 1997 o 平成9(Heisei kyū nen - nono anno Heisei) secondo il calendario Giapponese, della 富士学校(Fuji Chū-gakkō - Scuola media Fuji), nella 埼玉(Saitama-ken - prefettura di Saitama)

Cominciamo oggi la serie di filmati riguardanti questo strano ed affascinante evento al quale TUTTI i giapponesi hanno preso parte molte volte, nella loro vita: l'evento si chiama 運動会(Undōkai - La giornata dello sport): Di solito si svolge in primavera o all'inizio dell'autunno, quando il tempo in Giappone è clemente. I ragazzi marciano schierati per classe, nella scuola in quell'anno c'erano 8 classi per ogni grado (come fossero 8 sezioni), i cartelli portati dal primo studente della fila indicano il grado e la classe d'appartenenza della colonna che segue. Testimoni del mondo che cambia, anche in Giappone, sono le due ragazze di colore che portano il cartello della loro classe, in prima fila.

Chiunque guardi il filmato, penserà subito alle manifestazioni sportive di un qualsiasi regime del presente o del passato: il buon Terzani a suo tempo si chiese se i Giapponesi non fossero forse l'unico popolo al mondo che sia riuscito ad applicare con successo il comunismo; lungi dall'analizzare queste riflessioni, perlomeno non in questo contesto, mi sento di dire in maniera molto neutrale che essendo la società Giapponese basata non sull'individuo, ma sulla collettività e sull'agire e pensare comune, queste manifestazioni non possono di certo stupirci per la loro essenza, anche se lo fanno per la loro forma ed espressione. L'agire comune si concretizza qui in una folla immane di ragazzini che si esprimono in perfetta sintonia ed armonia.

Certo, fossimo qui in Italia ci vorrebbe un reparto antisommossa solo per tenerli fermi ai loro posti, una squadra di cinofili per trovare le droghe e i coltelli, poi risolta la parte della sicurezza, ci vorrebbe una squadra di persone solo per riportare sul campo tutte le ragazzine che nel mentre si sarebbero passate per presunte mestruazioni; poi una squadra di avvocati per trattare coi genitori imbestialiti che minacciano querela per qualsiasi cosa, dal clima del cortile nocivo per la salute dei pargoli al volume degli altoparlanti anch'esso nocivo per l'udito degli stessi pargoli.

Questo è un altro mondo, nel bene e nel male. Qui un rappresentante giura ai microfoni con parole altisonanti e linguaggio epico-anticheggiante, e dice:

宣誓(Sensei - Giuramento)

我々、選手一同は(Wareware, senshu ichidou wa - Tutti noi atleti)

日ごろの練習の成果を十二分に発揮し(Higorono renshuu no seika wo juu ni bun ni hakkishi - Mostreremo i risultati del duro impegno al quale siamo di solito addestrati)

正々堂々最後まで闘い尽くすことを誓います(Seisei doudou saigo made tatakai tsukusu koto wo sakaimasu -E giuriamo che gareggeremo lealmente con tutte le nostre forze, fino alla fine)

平成九年九月三十日(Heisei ku nen kugatsu sanjuu nichi -Anno 9 epoca Heisei, 30 settembre)

選手代表三年二組-----(Senshudaihyou san nen ni kumi ----- - Un rappresentante degli atleti del terzo grado, seconda classe , -----).

Queste due pagine di quest'annuario scolastico di scuola superiore che ho fotografato a casa di un'amica, mostrano in sintesi in cosa consiste il giorno dello sport: è una giornata dedicata a delle gare in moltissime discipline, alcune delle quali estremamente bizzarre...

Questa è una vista dei campi sportivi della 富士学校(Fuji Chū-gakkō - Scuola media Fuji). Questo 運動会(Undōkai - giorno dello sport) è molto recente, forse il 2007, ma anche se le persone che vi prendono parte sono diverse, tutto è rimasto invariato da dieci anni fa: stesse discipline sportive, stesso campo in terra battuta, stessi addobbi, e sempre il treno della 武蔵野(Musashino-sen - Musashino line) (anche se ora la linea è installata su esemplari Serie 205 invece che sui vecchi Serie 201 arancioni che si vedono del filmato del 1997) che passa puntualmente sul terrapieno a ridosso dei campi.

Vi parlavo di cose bizzarre: questa è una cosa bizzarra, il salto della corda collettivo dove gruppi di decine di persone saltano una corda come fossero un sol uomo...

Nelle prossime puntate vedremo in dettaglio i filmati di alcune di queste attività!

Qui la prima, la seconda, la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima, l'ottava, la nona, la decima, la dodicesima, la tredicesima, la quattordicesima, la quindicesima, la sedicesima, la diciassettesima, la diciottesima, la diciannovesima e la ventesima parte.

9 commenti:

Cinghius - Andrea ha detto...

Sto leggendo proprio ora "In Asia" e l'affermazione di Terzani, ancorchè provocatoria, ha un fondo di verità, se si fa lo sforzo di pensare al comunismo in un senso non strettamente legato al denaro ed ai processi economici in generale.

Weltall ha detto...

Questi giuramenti fatti fare ai ragazzini mi infondono lo stesso fastidio dell' enfasi recitativa degli attori nel film Yamato...sarà che queste cose non le capisco ^___*

Tsukidesign ha detto...

Dici parole sante quando fai la differenza tra i giovani Italiani e i giovani Giapponesi. Manifestazioni del genere non se ne vedranno mai qui e sebbene alcuni licei organizzino ogni anno una "giornata dell'arte" dove si fanno mostre artistiche e concerti musicali dei gruppi scolastici, ecc ecc, non verranno mai fuori come in Giappone.

Terzani, questo nome non mi è nuovo. Se non erro ha scritto alcuni libri sul Gappone, che molti non condividono per i suoi punti di vista molto critici e smontanti.

Sabrina ha detto...

Io per 4 settimane sono stata in una scuola giapponese,se ti interessa! è bellissimo! Che esperienza indimenticabile! Io sono stata 9 volte in Giappone e ho una mamma giapponese! Fortuna dici?

taro ha detto...

A me sembrano di più le manifestazioni sportive, che venivano fatte al tempo di Mussolini. (tranne per il fatto che ci le ragazze e le divise non sono nere, nella versione giapponese)

Comunque, il punto è sempre lì. Tutti uniti, come un unico grande corpo, ed una sola mente. (a mio parere, una cosa inquietante, ma che tutto sommato, sembra che funzioni)
Concetto scritto in modo chiarissimo nel blog di Marco.

Bellissimo video Nicola. Non vedo l'ora di vedere il continuo!! :)

nicolacassa ha detto...

>Andrea> E' proprio questo il punto: il Giappone è un paese capitalista dal punto di vista economico, ma comunista dal punto di vista sociale: che sia l'equilibrio perfetto? :)

>Cuggino> Eh si, però che bello il Giappone!!

>Tsukidesign> E' proprio vero! Per quanto riguarda Terzani, spesso quando parlo di Giappone vengo interrotto dal mio intelrocutore che mi nomina Terzani: è un giornalista che è stato in Giappone e proprio non gli è piaciuto. Prima di sbilanciarmi in opinioni affrettate vorrei leggere qualcosina in più dei suoi scritti, ma ad un primo sguardo mi sembra un pò troppo qualunquista e superficiale nelle sue affermazioni. Quando pochi giorni fa ne ho parlato con una mia collega che leggeva un suo libro, la minima critica nei suoi confronti l'ha portata a difenderlo: "ma è Terzani", e io "si ma generalizza troppo, e generalizzare è sempre sbagliato", e lei "Si ma è Terzani". Bah..

>Sabrina> Fossi in te sarei rimasto lì!! :)

>Tar>o> Si il concetto è sempre quello! :)

Kazu ha detto...

Ahahah mi sono sbellicata a leggere il tuo "fossimo qui in Italia" :D
Riguardo Terzani. È uno degli scrittori più amati in Giappone in quanto descrive senza mezzi termini la realtà, avendo vissuto di persona i veri problemi della società giapponese senza il sushi negli occhi (definizione coniata dai mitici Gianluca e Kanako). Altamente sconsigliato a chi crede che il Giappone sia il paese dei balocchi.
PS. san nen, ni gumi: terzo anno, secondo gruppo ;)

nicolacassa ha detto...

>Cla> :))

Sabrina ha detto...

... In effetti!
Ahahah!

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola