venerdì 20 marzo 2009

鶴岡八幡宮。西口から本宮へを歩く(Tsurugaoka Hachiman-gū: dall'entrata occidentale all'edificio principale)

Siamo a 鎌倉(Kamakura) e stiamo facendo un'escursione giornaliera in una delle più importanti città storiche del Giappone, culla dello shogunato e della cultura Zen in Giappone.

(Picture from Google Street View) Seguendo il percorso descritto qui, siamo arrivati all'ingresso ovest del complesso 鶴岡八幡宮(Tsurugaoka Hachiman-gū), che si trova come già detto nella 神奈川(Kanagawa-ken - prefettura di Kanagawa), 鎌倉(Kamakura-shi - Città di Kamakura), nel 雪下2丁目(Yukinoshita ni chōme - secondo distretto, circoscrizione di Yukinoshita). Proprio in corrispondenza delle strisce pedonali, camminando sul ciglio della 神奈川県道21号横浜鎌倉(Kanagawa-ken dō 21 kō Yokohama-Kamakura sen - strada prefetturale di Kanagawa numero 21, linea Yokohama-Kamakura) in direzione sud, dovreste vedere un grande 鳥居(Torii) di colore rosso...

Questo in particolare è un 稲荷鳥居(Inari Torii). Nonostante i 鳥居(Torii) si trovino qualche volta anche nei templi buddhisti (ne abbiamo già visto uno alla base della scalinata che porta al tempietto 弁天(Benten-), all'interno del complesso 円覚(Engaku-ji), nella circoscrizione di 山内(Yamanouchi), un pò più a nord di qui), sono caratteristica comune dei templi Shintoisti: il 鶴岡八幡宮(Tsurugaoka Hachiman-gū) infatti, pur non essendo puramente un 神社(Jinja - tempio shintoista), naque e crebbe come una perfetta sintetizzazione di elementi Buddhisti e Shintoisti, sia architettonicamente che sotto il profilo della dottrina qui insegnata (leggi qui per maggiori info).

Un altro elemento tipico del 神社(Jinja - tempio shintoista), presente qui nell'entrata ovest del 鶴岡八幡宮(Tsurugaoka Hachiman-gū) è il 手舎(Chōzuya/Temizuya), cioè il piccolo padiglione dove c'è la vasca piena d'acqua dove i fedeli compiono il cerimoniale rito shintoista delle abluzioni purificatrici. Come in tutti i Temizuya, sono presenti diversi 柄杓(Hishaku - mestoli) di bambù per il compimento del rito. Ci sono delle regole semplici ma ben precise per l'effettuazione di questo rito:


(Pictures from Tsubakishrine.org) Questi sono i semplici passi per effetturare il rito: sono una estrema semplificazione del 禊手法(Misogi Shuhō - procedimento della purificazione rituale Shintoista)(leggi qui e qui): 1) Lavate la mano sinistra (tenendo il mestolo con la mano destra e allontanatevi dalla vasca per evitare che l'acqua impura del lavaggio vada versata di nuovo dentro); 2) Lavate la mano destra tenendo il mestolo con la mano sinistra; 3) con la mano sinistra (assolutamente non fatelo utilizzando il mestolo come bicchiere) portate l'acqua alla bocca (evitando di sputare l'acqua dentro la vasca; attenzione perchè spesso e volentieri l'acqua dei Temizuya non è potabile), 4) Lavate il manico del mestolo nella maniera illustrata e riponetelo nella posizione in cui l'avete trovato. Chiunque può compiere questo rito, qui siamo lontani dalla chiusura mentale alla quale ci ha abituato la religione cattolica, è necessario però rispettare queste regole che pur sembrando stupide sono importanti elementi dell'etichetta di comportamento per questi luoghi.

Salite la grande scalinata che segue al 鳥居(Torii) dell'ingresso, e arriverete al livello del grande tempio. Sulla sinistra c'è una piccola montagnola, chiamata 丸(Maruyama) che accoglie il 丸山稲荷(Maruyama Inari yashiro - santuario Maruyama Inari): questa è l'entrata nord, resa molto caratteristica e pittorescamente "giapponese" da una successione di piccoli Torii....

(Picture from hugyou.jp) Anticamente, 稲荷(Inari), dio shintoista, era la divinità protettrice del riso, più tardi divenne la divinità protettrice del commercio e della fortuna. Secondo la credenza, le volpi sono i tramiti tra gli esseri umani e 稲荷(Inari), alcuni addirittura venerano questo dio come il "Dio Volpe". La struttura è estremamente piccola ed antica, è di sicuro la più antica dell'intero complesso e non se ne conosce la data di costruzione, ma si sa che fu spostata qui nel 1191 dal suo sito originario, cioè il terreno dove attualmente sorge l'edificio principale del complesso. Alcune parti di questa struttura furono restaurate ed integrate nel 室町時代(Muromachi jidai - periodo Muromachi)(1336-1573): il tetto in particolare riflette lo stile architettonico di quell'epoca. Il fatto che questa costruzione sia durata tanto a lungo si può spiegare studiando la sua ubicazione: la collinetta che la tiene isolata dal resto delle strutture la protesse dai roghi che si svilupparono nelle altre parti del complesso durante la sua storia.

(Picture from hugyou.jp) Questa è l'entrata sud della collinetta Maruyama.

Proseguendo verso sud, dopo pochi metri troviamo il fianco ovest dell'enorme struttura principale. Dentro, oltre l'apertura si può vedere un enorme "muro" di 絵馬(Ema), le tavolette votive dove i fedeli chiedono alla divinità l'intercessione per l'avverarsi dei propri desideri. Sulla destra, una griglia per gli 御神籤(omikuji), i foglietti contenenti benedizioni o maledizioni (in questo caso maledizioni che vengono appese nella griglia per attaccare la sfiga alla griglia). Parlerò meglio di tutti questi giochini nei prossimi post!

4 commenti:

Gianni ha detto...

Grazie ancora per i tuoi utilissimi e interessantissimi post. Sono fondamentali per noi che sognamo di andare un giorno in quel meraviglioso Paese.

Weltall ha detto...

Ottima la guida per il rito!
Quindi mi dici che non è il caso di arrivare li e lavarsi la faccia, vero? ^__*

taro ha detto...

Mi ci immagino già, un monao che si lava i denti con tanto di spazzolino e dentifricio, proprio sulla vasca.
Tipo onizuka, di GTO, che si fa la doccia nei grandi lavandini dove gli studenti bevono!! XD

Dev'essere un spettacolo vedere quel posto. In mezzo al verde, ma con delle costruzione così belle, che non fanno altro che aumentare la bellezza del posto!! :)

nicolacassa ha detto...

>Gianni> Grazie a voi che li leggete! :)

>Cuggino> hehe, chissà cehe faccia farebbero!! :))

>Taro> Si è bello, ma quando ero lì non mi è sembrato nulla di che...sarà che ero assuefatto dalle cose belle...

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola