domenica 4 novembre 2007

渋谷の道路。宇田川町1(Le strade di Shibuya, Udagawa-Chō, prima parte)

Ho già parlato qui della differenza tra nomi geografici e nomi turistici delle zone di Tokyo. Il motivo di questa differenziazione è semplice: mettere ordine nella jungla urbana della città più grande del mondo, la cui area urbana ha da sola il PIL della Gran Bretagna e nel 2005 contava 35,197,000 abitanti, che "fortunatamente" non ha un centro, ma tantissimi centri, ongnuno con la sua particolarità, che si sviluppano principalmente attorno alle stazioni del treni JR, che sono le linee cronologicamente più vecchie. Il fatto quindi di chiamare una zona col nome della sua stazione JR, infonde un senso di sicurezza al visitatore e impedisce di perdersi: raramente si trova qualcosa di interessante lontano dalla stazione JR. La Yamanote line forma un cerchio che tocca il mare a 品川(Shinagawa) e arriva nel punto più lontano dell'entroterra a 駒込(Komagome). La maggior parte delle stazioni servite da questa linea sono turisticamente importantissime, oltrechè punti nevralgici di molte attività, per questo la il cerchio della Yamanote line si può definire un vero e proprio centro anulare. Il "quartiere" servito dalla stazione di Shibuya, cioè quella zona indefinita nei dintorni della stazione, si può includere per una buona parte nella circoscrizione di 宇田川(Udagawa-chō - Udagawa-cho).
Scusate la lunghezza di questa introduzione ma è doveroso distinguere le "circoscrizioni", a volte chiamate col suffisso 町(-chō oppure -machi), e le "circoscrizioni speciali", tutte seguite dal suffisso 区(-ku) e chiamate 特別(Tokubetsu-ku). Tokyo è l'unica città del Giappone, forse per la sua sterminata grandezza, a vedere il suo territorio diviso in municipalità indipendenti e autogovernate. Queste sono chiamate "Special Wards" in inglese o "Circoscrizioni speciali" in italiano: occupano la parte centrale e più popolosa di Tokyo e sono 23, per tale motivo sono chiamate anche 二十三(nijūsan-ku - 23 quartieri). Ogni Circoscrizione speciale ha un suo sindaco chiamato 長(ku-chō) e una sua assemblea chiamata 議会(ku-gikai), entità, entrambe, elette dalla popolazione. Dal 2000 l'indipendenza di queste municipalità è ufficializzata con il conferimento della qualifica di 地方公共団体(chihō-kōkyō-dantai - entità pubblica locale). Ogni 特別(Tokubetsu-ku - circoscrizione speciale) è formata da tante circoscrizioni, ogni circoscrizione è formata da un numero variabile di distretti (丁目 - Chōme).
Come già saprete, siamo nella 渋谷(Shibuya-ku - circoscrizione speciale di Shibuya), dalla quale prende il nome la stazione di Shibuya, con una popolazione di 201000 abitanti, una densità di 13337 abitanti per kmq e un'estensione di 15,11 kmq (出典: フリー百科事典ウィキペディア). La circoscrizione di 宇田川(Udagawa-chō), secondo il censimento del 31 ottobre 2006 conta solo 719 abitanti (出典: フリー百科事典『ウィキペディア).

Proseguiamo per Jin-nan, oltrepassando l'incorcio 神南一丁目(Jin-nan icchōme - Jin-nan distretto numero 1) e proseguendo veso sud per trovare l'incrocio 井ノ頭通り入口(Inogashira dōri iriguchi - Ingresso di Inogashira dori). La strada che prosegue ad ovest si chiama appunto 井ノ頭通り(Inogashira dōri). E' una delle vie più importanti di Shibuya per la concentrazione di negozi di marche prestigiose di abbigliamento, oltrechè di centri commerciali come Seibu, che occupa i due palazzi che segnano coi loro soprapassaggi sospesi per aria uno scenografico cancello di entrata alla strada. Per dare un'idea delle dimensioni, dall incrocio alla biforcazione della linea di percorso da me tracciata nella mappa sono 250 metri.

Rifacciamo il post fotografico interattivo, come avevo fatto già a Kamata: in rosso il percorso dal negozio Blister, totale 635 metri in terreno pianeggiante. I numeretti corrispondono alle foto qui sotto, scriverò in ogni descrizione l'orientamento magnetico della fotocamera per dare un'idea della direzione di scatto. (tutte le mappe da Google Earth, coordinate 35°39'38.20"N 139°41'58.17"E e mappa online).

[Foto 1] Orientamento NW. Davanti a Blister c'è la fermata di una linea di autobus, la Keiō, la stessa compagnia delle linee ferroviarie sotterranee. Questa è la linea "宿51" con capolinea a 渋谷(Shibuya-eki - Stazione di Shibuya). Penso che il kanji 宿(juku) derivi dal fatto che questa linea finisca a nord alla stazione di 新宿(Shinjuku), passando per Yoyogi e costeggiando il parco di Yoyogi ad ovest. Cliccate qui per vedere la 路線(rosen-zu - mappa di linea)(necessario PDF). E' divertente osservare, in questa foto, alcuni aspetti degli autobus pubblici giapponesi: innanzitutto la perfezione della divisa dell'autista, completa di guanti bianchi immacolati, cappello etc. Si può notare che porta un microfono: infatti pronuncia i nomi di tutte le fermate ed effettua gli annunci, tutto da solo! Si possono fare i biglietti a bordo, basta letteralmente "gettare" il quantitativo giusto di monete in un catino, poi una macchina le raccoglie, le conta, ed emette il biglietto: tutto in due o tre secondi...incredibile. In Giappone non esiste criminalità quindi non ha senso attuare misure anti-frode. Un'ultima cosa: la targa del mezzo: in Giappone i mezzi di trasporto pubblico hanno tutti la targa verde scuro: quindi autobus, auto NCC e taxi. La porta anteriore è quella di entrata: "entrata" in giapponese si dice 入(iriguchi). L'autista vigila sugli accessi e sul pagamento delle tariffe.

[Foto 2] Orientamento SW. Tipico palazzo complicato di Shibuya, sembra facile, ma in ogni piano c'è un negozio diverso, non bisogna fermarsi a quello che si vede per strada, ma bisogna sollevare la testa e controllare le insegne verticali. Vediamo quanti negozi riuscite a contare in questa foto...

[Foto 3] Orientamento NW. lungo la strada. Alla nostra sinistra il mega complesso BEAM, e sotto quell'insegna bianca con scritto BEAM uno dei negozi più importanti del Giappone, Mandarake, ovvero la patria del manga e dell'arte fumettistico-videoludica. Dedicherò un post a questo negozio.

[Foto 4] Orientamento NE. La sala giochi Adores Shibuya, assolutamente da visitare, e potete cominciare cliccando sul link.

[Foto 5] Orientamento E. La 井ノ頭通り(Inogashira dōri) va verso est. Una miriade di negozi, rumore e persone!!

[Foto 6] Orientamento SW. Una via secondaria con un コンビニ(Konbini - Market aperto 24/7) della catena AM-PM.

[Foto 7] Orientamento SW. Stessa foto, non so perchè l'ho scattata due volte, forse avevo sbagliato il bilanciamento del bianco...posso per; approfittarne per farvi notare il cartello a destra, a livello del suolo: è la guida dei negozi presenti in questo palazzo, per ogni piano...qui si arriva addirittura al 9° piano!

[Foto 8] Orientamento E-SE lungo la strada. Ancora 井ノ頭通り(Inogashira dōri).

6 commenti:

Weltall ha detto...

Cugino, i tuoi post sono così precisi che mi terrorizzi!!!
Sei sicuro di non aver ingoiato un navigatore satellitare ^___*
Comunque in questa zona c'è da perderci giornate intere, tra Mandarake e la sala giochi (ma quant'è bella?!?)

P.S.: che curioso! la coppia in primo piano nella foto 6, è la stessa che si allontana di spalle nella foto 7 ^__*

francy ha detto...

Domani lo leggo con calma, ora sono passata solo per un saluto! ^^

stefy ha detto...

Tokyo l'ho sentita da subito familiare, una sorta di 'paesone' (quando lo dico, la gente mi guarda come se fossi impazzita)...però due posti mi mettono ancora un po' in difficoltà: la stazione di Shinjuku e Shibuya (ci sono andata chissà quante volte, ma visivamente ci sono troppi angoli simili che mi mandano in confusione...quindi penso che mi studierò bene questa tua guida all'orientamento!). Complimenti per la precisione!

nicolacassa ha detto...

>Cuggino> Si Shibuya è una miniera di negozi da scoprire nei luoghi più impensati!
>Francy> Ciaoooo!!!!
>Stefy> In effetti Shibuya è un pò irregolare come disposizione delle strade che sembrano "un pò tutte uguali", ma basta tenere in mente l'asse di Inogashira dori e da lì tutto è facilmente raggiungibile!

Elisabetta ha detto...

Ricordo ancora quando ho preso un tram giapponese per la prima volta... non riuscivo a capacitarmi del sistema di pagamento (lo stesso che hai descritto) e sono stata in ansia per tutto il viaggio, rompendo le scatole a quei poveracci che mi stavano vicino cercando - a gesti - rassicurazioni sul fatto che avessi capito bene come pagare il biglietto perché ero INCREDULA...

nicolacassa ha detto...

>Elisabetta> Stessa cosa per me!

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola