giovedì 26 marzo 2009

日本語の表記体系。漢字2 (Cenni di scrittura Giapponese: I kanji, parte seconda)

(Clicca qui per la prima parte) Come in precedenza ho già fatto, vorrei fare una precisazione prima di scrivere questo post: precisando che non ho alcun titolo di studio in materia, nè alcuna esperienza di insegnamento in materia, e confermando di non aver alcuna intenzione di insegnare il Giapponese, vorrei scrivere alcuni post sulla lingua Giapponese, che coprano quello che personalmente definisco "il livello pre-scolastico", cioè quelle cose che "se non le sai" non puoi nemmeno entrare in un'aula di Giapponese, in qualsiasi paese questa si trovi. Questa serie di post si chiama con la Tag Lingua Giapponese. In questo caso, addirittura non posso parlare neanche di livello pre-scolastico perchè di ideogrammi ne conosco un centinaio, quindi veramente pochi, non veglio neanche dare l'idea di essere un esperto, come qualcuno ha pensato leggendo il post numero 1, ma ho una mente scientifica, adoro capire come funzionano le cose, ogni volta che ho in mano una penna nuova la smonto nel maggior numero di pezzi possibile e cerci di rimontarla, e una volta anni fa leggendo la prefazione di un libro mostruoso che s'intitola Grammatica di Giapponese Moderno, di Yoko Kubota, scoprii alcune cose interessantissime riguardo il funzionamento della lingua Giapponese, il resto viene dalle lezioni di Giapponese che ho seguito. Quindi vediamo se riesco ad impostare la cosa in stile Piero Angela, cercherò di illustrare le cose che conosco in maniera (speriamo) interessante.

Purtroppo non è possibile utilizzare il classico "ordine alfabetico" per cercare i 漢字(Kanji) su un vocabolario, si sarà capito! Ma ho imparato a non disperarmi e ad aggrapparmi a questi metodi:

Il primo, la ricerca per "pennellate", o "strokes". Ogni 漢字(Kanji) è composto da un determinato numero di tratti, cioè gli antichi "colpi" di pennello che servivano per disegnarlo. Disegnare un 漢字(Kanji) implica la conoscenza dei tratti che lo compongono, e l'assoluto rispetto della loro successione:

(Cliccate sull'immagine per aprirla e vedere l'animazione!!) Prendiamo come esempio il 漢字(Kanji) 前(mae - davanti): è composto da 9 pennellate, e la GIF qui sopra illustra l'esatta sequenza delle pennellate col verso di pittura per ognuna. I dizionari ordinano i 漢字(Kanji) per numero di pennellate, quindi se non conoscete un ideogramma contate i suoi tratti e poi cercatelo tra gli ideogrammi con quel numero di tratti. Purtroppo, considerando il numero totale di 漢字(Kanji) approssimativamente attorno ai 50.000, e considerando che i 漢字(Kanji) con il maggior numero di pennellate ne contano 33 (sono questi tre: 龗鱻麤), si può calcolare una media di 1562 ideogrammi per ogni gruppo, e sono troppi per i miei gusti! Quindi a meno che l'ideogramma che cercate non sia tra i fondamentali o tra i più semplici e quindi immediatamente riconoscibile dall'elenco, sarebbe meglio utilizzare un metodo alternativo: la ricerca per radicali.

Tutti i 漢字(Kanji) sono composti da un radicale o sono essi stessi dei radicali. Un 部首(Busho - radicale) è un ideogramma radice che compone ideogrammi più complessi a volte con significati simili o contestuali. Qui sopra l'esempio dell'ideogramma 語(go - linguaggio): la figura centrale individua il radicale che lo compone, cioè il radicale numero 149, 言(i), l'ideogramma-radice del verbo "dire": si può notare l'esistenza di un'attinenza etimologica tra le due parole, infatti il linguaggio è una cosa "detta", "parlata". I radicali possono trovarsi in diverse posizioni all'interno di un ideogramma: se sta a sinistra, si chiama 偏(Hen), se sta a destra si chiama 旁(Tsukuri), se sta sopra si chiama 冠(Kanmuri), se sta sotto si chiama 脚(Ashi), se copre i lati sinistro e superiore si chiama 垂(Tare), se copre i lati sinistro ed inferiore si chiama 繞(Nyou), se è anulare si chiama 構(Kamae). Vi sono in tutto 214 radicali, neanche i Giapponesi li conoscono tutti, e io men che meno: una volta individuato il radicale dell'ideogramma che vogliamo cercare, basta cercare il nostro ideogramma nel gruppo degli ideogrammi dotati dello stesso radicale: se non riusciamo neanche a trovare il radicale, possiamo contare i tratti del radicale, e fortunatamente il dizionario divide i radicali anche per numero di tratti!

(Picture from here) Qui c'è l'elenco di tutti i 214 radicali in ordine per numero di tratti, lettura in 平仮名(Hiragana) e traduzione in inglese; sotto c'è un elenco degli ideogrammi più importanti formati da ogni radicale. Ogni ideogramma è cliccabile e si possono vedere le diverse letture, il numero di tratti ed un elenco di parole formate da quel particolare ideogramma. Mi preme dire che questo piccolo dizionarietto è un estratto del bellissimo e gratuito Kiki's Kanji Dictionary, frutto della combinazione dei dizionari KANJIDIC e EDICT compilati dal dott. Jim Breen.

Ora, vi ricordate il mostro da 33 pennellate che ruggiva nel primo post? Ora che conosciamo i radicali, possiamo individuare delle immagini familiari dentro di esso, e la coltre di nubi si squarcia sopra di noi!!

Questo post è dedicato a chiunque stia lavorando duro per imparare il Giapponese, in primis Elisabetta e Barbara! Ganbatte!!

22 commenti:

Marco ha detto...

bellissima l'immagine del blog

ciaaaauz!!!

Weltall ha detto...

Grandissimo Nick!
Poi l'animazione con le pennellate è una vera chicca ^__*

Mario ha detto...

Grande Nic, grazie ^^

OniBaka ha detto...

io per le pennellate mi diverto da matti con un paio di giochi per ds fatti apposta per imparare kanji nuovi :)

Paolo ha detto...

Nicola ! Io studio giapponese da 3 mesi privatamente e a fine aprile parto per Tokyo per una full immersion di 4 settimane. I Kanji sono veramente difficoltosi ma che soddisfazione ogni volta che ne impari uno.

taro ha detto...

Diventano sempre più interessanti i kanji. Grazie Nicola!! :)

Però per colpa del lavoro non ho ancora iniziato i katakana...SONO INDIETROOOOOO!!! ç_ç

panapp ha detto...

Un bel dì capirò perché "pioggia", "bocca", "star fermi" e "luna" messi insieme dovrebbero significare "drago". Mah.

Iùiciro ha detto...

Caspita!
Dove hai trovato questo kanji difficilissimo? Non lo conoscevo...

Stefano ha detto...

Grande! non vedo l'ora di sapere come va avanti!!!!

nicolacassa ha detto...

>Marco> Ma quella dei ragazzini in divisa che attraversano? Grazie!

>Cuggino> L'ho fatta io ma lo stile è simile a quello dei vari siti didattici sui Kanji! Grazie comunque!

>Mario> Prego! Grande Mario!

>Onibaka> Non sai quanto sto invidiando i possessori di Nintendo DS per le innumerevoli applicazioni interessantissime che hanno a disposizione! Sarà il momento di mollare la PSP??

>Paolo> Partirai a Tokyo? Che bello! Ganbatte-ne!!

>Taro> Se conosci l'Hiragana, lo studio dei Kanji può andare a pari passo, penso...

>Panapp> Se non fosse così misterioso, penso che non ci piacerebbe così tanto!! hehe

>Yuu> Ma hai cambiato il nickname!! Che bello sentirti amico! Per il Kanji, ho cercato tra quelli a 33 pennellate, quello più complicato! hehe ho tempo da perdere!!

>Stefano> Come va avanti "cosa"? XD

OniBaka ha detto...

guarda ho visto dei kanji che hanno deciso di aggiungere quest'anno al JLPT di livello 1 e cè quello di "depressione" che è inpossibile a mio parere appena lo trovo te lo posto

nicolacassa ha detto...

>Onibaka> Si sono curiosissimo!! :)

pioblog ha detto...

Complimenti, ci sono capitato per caso ma è davvero una miniera di informazioni. Ed il video di introduction è davvero forte. Lavoro per la Tv (Sky TG24), vivo in Giappone da molti anni ma un blog enciclopedico come questo, e senza stronzate (almeno così mi pare, non l'ho letto tutto...he he). Ti metto il link sul mio blog.
Se ripassi in Giappone fatti vivo
http://giappio.blogspot.com

Elisabetta ha detto...

ニコラさん, ti ringrazio per l'affettuosa dedica di questo post.

E' dura, è vero (stiamo affrontando i contatori: AIUTO!!!!), ma è un vero sballo. La parte dedicata alla scrittura poi, è quasi catartica. Per chi ama, come me, l'atto dello scrivere, è come vivere una perenne apoteosi. Perché i kanji sono, diciamolo, BELLI. Bellezza in formato mignon e a portata di penna: si può volere di più?

nicolacassa ha detto...

>Pio> Ah grazie per essere passato! Ci siamo conosciuti e parlati in passato, a Cagliari, all'aeroporto (io lavoro lì nella sicurezza) quando tornavi dal Girotonno, poi sono stato diverse volte al Girotonno, ci siamo incrociati al Far East Film Festival ad Udine l'anno scorso, a proposito ci torni quest'anno?

nicolacassa ha detto...

>Eli> Ah i classificatori, che odio!!

pioblog ha detto...

certo che ci sarò...ci si vede lì,allora

OniBaka ha detto...

eccotelo, utsu, depressione, stesso numero di tratti del tuo esempio ma mentre quello è costituito da kanji molto conosciuti io questo proprio non riesco a farmelo rimanere in testa hehehe 鬱 , non so come postartelo piu grande, fai copia incolla e veditelo :P

nicolacassa ha detto...

>Pio> Contaci! :) A presto!

>Onibaka> Ma come si fa a mettere un kanji così difficile!! Vabbè che è il livello 1, però!! Aiuto!!

OniBaka ha detto...

è stato aggiunto qest'anno perchè si vede che nei gironali e nelle pubblicazioni sta divenendo di sempre più ampio utilizzo mi sa

nicolacassa ha detto...

>Onibaka> Eh si, ho conosciuto diverse persone che ne soffrono... :(

NGTHFONG - 阮・青・風 ha detto...

読み方: レイ
意味:
① 竜
② 神

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola