sabato 8 settembre 2007

原宿の道路2(Le strade di Harajuku, seconda parte)

Si avvicinava l'ora di pranzo. E' incredibile constatare quanti giapponesi mangino fuori casa per pranzo: ecco qui una fila "polilobata" (o a tornanti) di ordinati aspiranti avventori di un ristorante di Harajuku.

L'uscita sud dell'enorme centro commerciale ラフォレ原宿(Lafore Harajuku), coordinate Google Earth 35°40'8.60"N 139°42'19.91"E, oppure mappa online), che si estendeva oltrechè per diversi piani in altezza, anche sotto terra: Ho girato diversi video lì dentro, è un girone infernale di commesse e commessi urlanti e ragazzine in cerca dell'offerta migliore, essendo il 21 gennaio era tempo di saldi anche in Giappone, e la frenesia era la stessa!

Notate la stravaganza dell'abbigliamento di questa ragazza! La strada, la 305°, era semichiusa per lavori in corso. Sono rimasto stupito dalla pavimentazione di questa strada: era composta da pannelli modulari facilmente asportabili per permettere la manutenzione dei sottoservizi senza scavare. Ottimo!

Stessa strada, rivolgiamo lo sguardo a sud-ovest, una delle tante piazze con mega schermo pubblicitario (coordinate Google Earth 35°40'6.61"N 139°42'19.45"E, oppure mappa online)! Se si gira a destra si raggiunge la strada della stazione di Harajuku, dritti verso il ponte; se andate dritti arrivate direttamente a Shibuya da nord!

Un'altra fila: qui si vendono crèpes, il target è più giovanile.

Ma chi è quel 外国人(Gaikokujin, o 外人, Gaijin, "straniero")???

Classica "seconda foto", grazie Nori-chan!

Proseguiamo verso nord-ovest, sulla 305°. Nei marciapiedi una marea umana! E' incredibile come ognuno abbia un suo stile, e non sia anonimo!

15 commenti:

~ Cella ~ ha detto...

Oddei...
me muore sempre di più dall invidia x____x
Ma quando ci sei stato!?
Per davvero... in Italia se provi a essere un attimo un pò fuori dall ordinario e "normale" ti etichettano a vita "come quello drogato, da cui allontanarsi quando si incontra e blah, blah, blah"
Per esempio io ho l abitudine di tingermi i capelli di colori come blu o fucsia... ma nn ti immagini che sguardi devo sopportare il santo giorno! Poi x l abbigliamente cè un libro a parte xD Sicuramente anche in Giappone ci sarà qualcuno che nn vede di buon occhio Harajuku Girl, Gonguro e compagnia belle... xò mi sembrano più aperti!!!

nicolacassa ha detto...

>Cella> Questo è un argomento abbastanza delicato: leggi il post "gli stili di Harajuku, intro": in Giappone le ragazze e i ragazzi che vanno al ponte di Harajuku sono visti malissimo dai Giapponesi, infatti gli unici visitatori sono i turisti. La società giapponese è estremamente tradizionalista e conformista. Penso che intervisterò qualche amico Giapponese e scriverò un post apposito!

francy ha detto...

Prima cosa: ma lo sai che la nuova foto che hai messo nell' header è stupenda?? Spiega un pò: dov'eri? che zona è???? E un' altra cosa: ho messo una tua foto di shinjuku come desktop, spero non ti dispiaccia!
Tornando al post: senti, ma queste Harajuku girls, con i loro stili stravaganti, vengono "tollerate" oppure viste come pazze? Ti faccio un esempio: io viaggio molto spesso in Olanda e lì la gente è alquanto stravagante, ma molto tollerata. Quindi ti può capitare di vedere in un ristorante o un locale tavolate di gente in completo di Armani seduta accano a gente coi rasta e vestite da punk!Per spiegarlo in due parole: c'è posto per tutti!
Lì è la stessa cosa?

nicolacassa ha detto...

>Francy> In passato, quando è cominciato questo movimento del ponte di Harajuku, i primi sono stati i Rockabilly. La polizia Giapponese li ha sgomberati a manganellate, così c'è stata una specie di sollevazione popolare di tutti questi appassionati di travestimenti che hanno cominciato a presentarsi in massa al ponte di Harajuku, specialmente la domenica. Anche se sono sopportati più che tollerati, sono emarginati e considerati "poco di buono", infatti alcune espressioni di stile estremamente stravaganti sono relegate esclusivamente ad Harajuku. L'header è una foto scattata dal 53° piano del Park Hyatt Tokyo Hotel, a Shinjuku, all'ingresso del New York bar, dove Bill Murray e Scarlett Johannson si conoscono in Lost In Translation. Ho fatto la pazzia di passare una notte in quell'albergo, in futuro scriverò tutto sul blog con foto e filmati...

francy ha detto...

Per quanto riguarda Harajuku..bè.. è un pò triste! L' espressione di sè stessi è importante! Chissà, forse un giorno ci sarà spazio anche per loro al di là dei confini del ponte!
Per quanto riguarda l' hotel: che figataaaa!!! Ok, ma...che sei matto? avrai speso un capitale! ^^

kiaras ha detto...

Ho visto "lost in traslation" almeno...10 volte! E' il mio film preferito.
Uno dei pochi film americani dove non sopravvive il classico stereotipo dei giapponesi:tutti casa e lavoro.

Gaijin ha detto...

Mi fai venire una nostalgia pazzesca di quando ero a Tokyo.....
devo tornare al pià presto!!!!!

nicolacassa ha detto...

>Francy e Kiaras> Si ho speso un capitale, ma essere Bob Harris per un giorno, non ha prezzo, anche perchè Lost In Translation è un film indispensabile per me!(peccato non ci fosse Scarlett, sarebbe stato iol massimo, ma ero con delle persone fantastiche ed insostituibili). Scriverò dei post molto dettagliati sul Park Hyatt!
>Gaijin> Ciao! Piacere e benvenuto, grazie per essere passato! Ho letto il tuo profilo, vedo che sei appassionato di cinema asiatico, Kitano, Johnnie To etc! Fai un salto anche nell'altro mio blog, abbiamo le stesse passioni!
http://nicolacassa.blogspot.com

Gaijin ha detto...

Ciao!
Sono passato dal tuo blog...ho visto un sacco di locandine di film che mi piacciono! I'm a Cyborg..Memories of murder, mr.vengenace....
Poi vedo che hai la passione degli aerei...pensa che io ho come sfondo del pc un 747 della JAL...ahah..

Ma quanto te ne stai a Tokyo!!??
Che invidiaaaaaaa ^__^

nicolacassa ha detto...

>Gaijin> mmm Purtroppo non sto a Tokyo! Questo è il blog sul mio viaggio a Tokyo! Si ho fatto dell'aeronautica civile un hobby ed un lavoro! Adoro il cinema Giapponese, ho svaligiato un book-off a Toyama! Poi mi intriga molto quello Coreano, e mi piace quello cinese! Tu hai citato tutti film Coreani! Hai visto "The Host" di Joon-ho Bong? Indimenticabile! Poi amo Du-na Bae!!

Gaijin ha detto...

Si il cinema koreano mi piace moltissimo anche se l'horror è il genere che mi prende meno....piu che altro mi hanno incuriosito titoli jappi come TOKYO SORA o SUKIDA...ma dove li trovo???
Di recente ho visto il film sulla YAMATO..film jappo...molto bellino l'hai visto?

Riguardo a Tokyo sono stato 2 settimane solamente...devo a tutti i costi tornarci ma fatico a trovare compagni di viaggio...alla fine mi sa che andrò da solo.

nicolacassa ha detto...

>Gaujin> Tokyo Sora e Sukida puoi comprarli in Giappone, oppure cercare di rintracciare il file divx, saprai come, e poi scarichi i sottotitoli (da mandare in sovrimpressione con un modo che ti spiegherò in pvt) da www.asianworld.it un sito fantastico per il quale ho fatto anche una traduzione, quella di Memories Of Matsuko. Avevo visto una locandina del film sulla Yamato, con la mia attrice quasi preferita Yu Aoi(la mia preferita è Masami Nagasawa, non ce n'è per nessuno...). Se clicchi sulle locandine, spesso ci sono delle recensioni che ho scritto. Hai mai visto qualcosa di Shunji Iwai, o di Takashi Miike?

Gaijin ha detto...

Ho aggiunto entrambi i tuoi blog al mio nuovo blog!

Andrea Castello ha detto...

E pensare che io mi sono svenato perchè dalla finestra di Scarlett si vedeva la finstra dell'hotel dove ero io (il Washington).

Certo, potendo, una notte all'Hyatt me la passerei anche io :-)

nicolacassa ha detto...

>Andrea Castello> Ci ho passato una sola notte, mi è costato 500 euro senza colazione, ma vuoi mettere tuffarsi in quella piscina!! Racconterò tutto tra qualche mese, il materiale è tantissimo!! Se mi dai il tuo indirizzo email ti mando le foto! clicca sul mio nome nella tag!!

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola