giovedì 16 ottobre 2008

La direttrice ferroviaria del Kanto meridionale, parte prima: 横須賀線 (Yokosuka line)

La 横須賀(Yokosuka-sen - Yokosuka line) è davvero complicata da spiegare, è quasi un'entità astratta, spero di riuscirci! Per cominciare prendiamo la direttrice ferroviaria che attraversa diametralmente tutto il 関東(Minami-Kantō - Kanto meridionale), cioè la subporzione della 関東地方(Kantō-chihō - regione del Kanto) che comprende le seguenti prefetture: 千葉(Chiba-ken - prefettura di Chiba); 神奈川(Kanagawa-ken - prefettura di Kanagawa) e la 東京(Tōkyō-to - Tokyo capitale o metropoli), area comunemente definita anche come Greater Tokyo Area , il più grande agglomerato urbano del mondo senza (o quasi) discontinuità, comprensiva di metropoli come 東京(Tōkyō), 横浜(Yokohama), 川崎(Kawasaki), ormai fuse tra loro, con un totale di 34.893.341 residenti in un'area di circa 13.000 kilometri quadrati (la superficie della Campania per intenderci), e da questo conteggio stiamo pure escludendo tutta la zona di 埼玉(Saitama). Questa direttrice ferroviaria ha il suo capolinea a nord est presso la 千葉(Chiba-eki - stazione di Chiba), e a sud ovest nella ridente 三浦半(Miura hantō - penisola di Miura) che chiude ad ovest la 東京(Tōkyō-wan - baia di Tokyo) e ospita le seguenti circoscrizioni prefetturali (l'equivalente dei "comuni" per dirlo all'Italiana, denominate 市(Shi) o 町(Machi) a seconda dei casi): 横須賀(Yokosuka-shi); 三浦(Miura-shi); 葉山(Hayama-machi); 逗子(Zushi-shi) e 鎌倉(Kamakura-shi).

La JR East ha pensato bene di facilitare la vita agli utenti di suddetta direttrice ferroviaria inventando un sistema di interscambio tra linee, assolutamente presente anche in altre zone, anche tra linee di diversi gestori, e pure tra sistemi underground e surface. La JR non ha pensato però a chi deve provare a descrivere questo sistema chiaro solo a chi prende il treno tutti i giorni (e comunque tutto il complesso ferroviario è talmente complicato da necessitare un aiuto web che soccorre i villici della metropoli su cellulare).

Raccogliendo le forze, ecco in breve elencate le linee dalle quali è formata questa direttrice, per lo meno i tratti che interessano direttamente o indirettamente la 横須賀(Yokosuka-sen - Yokosuka line):

-La 総武本(Sōbu-honsen - Sobu Main line) utilizza i treni giallo-viola della Yokosuka line dalla 銚子(Chōshi-eki - stazione di Choshi), nella 千葉(Chiba-ken - prefettura di Chiba), per 120,5 kilometri fino alla 東京(Tōkyō-eki - stazione di Tokyo), nella 千代田(Chiyoda-ku - circoscrizione speciale di Chiyoda).

-La 湘南新宿ライン(Shōnan Shinjuku Rain - Shonan Shinjuku line) utilizza i binari e treni della Yokosuka line nel tratto tra la 西大井(Nishi-Ōi eki - stazione di Nishi-Oi) nella 品川(Shinagawa-ku - circoscrizione speciale di Shinagawa) fino alla 逗子(Zushi-eki - stazione di Zushi) tramite il servizio 普通(Futsū - ordinario) e solo fino alla 大船(Ōfuna Eki - stazione di Ofuna) con i servizi 快速(kaisoku - rapido) e 特別快速(tokubetsu kaisoku - rapido speciale).
-La 東海道本(Tōkaidō-honsen - Tokaido main line) con la sua sezione orientale chiamata 東海道(Tōkaidō-sen - Tokaido line) e la 京浜東北(Keihin Tōhoku sen - Keihin Tohoku line) corrono parallelamente alla Yokosuka line nel tratto dalla 東京(Tōkyō-eki - stazione di Tokyo) alla 品川(Shinagawa-eki - stazione di Shinagawa), per poi separarsi e ricongiungersi presso la 横浜(Yokohama-eki - stazione di Yokohama) e continuare in parallelo fino alla 大船(Ōfuna Eki - stazione di Ofuna). Qui la Keihin si ferma, mentre la Tokaido prosegue per servire la costa della 相模(Sagami-wan - baia di Sagami) e continuare fino al Kansai.
-La 成田エクスプレス(Narita ekusupuresu - Narita express) utilizza gli stessi binari e talvolta i treni della Yokosuka line per un tratto molto esteso, fermandosi presso le seguenti stazioni: 東京(Tōkyō-eki - stazione di Tokyo); 品川(Shinagawa-eki - stazione di Shinagawa); 横浜(Yokohama-eki - stazione di Yokohama) e 大船(Ōfuna Eki - stazione di Ofuna).
-Oltre ai maggiori "trough services" appena elencati, vi sono dei trough service non regolari con le seguenti linee: 成田(Narita-sen - Narita line); 鹿島(Kashima-sen - Kashima line); 外房(Sotobō-sen - Sotobo line); 内房(Uchibō-sen - Uchibo line) e il rapido エアポート成田(Eapōto Narita - Airport Narita).

(Rosenzu by Soichiro Orihara, http://ori.oc.to/index.htm) Questa 路線(rosenzu - mappa della linea) mostra a grandi linee e in maniera estremamente semplificata un parte di ciò che ho spiegato prima: in blu abbiamo la direttrice principale, che secondo la convenzione dovrebbe chiamarsi 横須賀(Yokosuka-sen - Yokosuka line). In realtà la Yokosuka line parte dalla 東京(Tōkyō-eki - stazione di Tokyo) e finisce presso la 久里浜(Kurihama-eki - stazione di Kurihama), coprendo un tratto di 73,3 kilometri. Ufficialmente il tratto denominato Yokosuka line è lungo solo 23,9 kilometri ed è il segmento tra la 大船(Ōfuna Eki - stazione di Ofuna) e la 久里浜(Kurihama-eki - stazione di Kurihama). Il tratto da Tokyo a Shinagawa è underground, la parte rimanente è surface. Una delle utilità della Yokosuka line è il distaccarsi dalla direttrice Tokaido per servire la parte centrale della 川崎(Kawasaki-shi - città di Kawasaki), in particolare la 中原(Nakahara-ku - circoscrizione di Nakahara) e di conseguenza collegare il bacino di utenza di Kawasaki nord a Yokohama e oltre. In arancione a destra è segnata la 湘南新宿ライン(Shōnan Shinjuku Rain - Shonan Shinjuku line) che si unisce al tracciato presso la 西大井(Nishi-Ōi eki - stazione di Nishi-Oi) e prosegue fino a Zushi. In giallo senape il tracciato della Sobu line e in rosso il tratto di servizio rapido da Chiba a Tokyo.

In particolare, la Yokosuka line corre, oltrechè con il locale della Shonan, anche con due rapidi speciali chiamati ホームライナー(Hoomu rainaa - Home liner) e おはようライナー(Ohayō rainaa - "Buongiorno liner") che si fermano presso le 東京(Tōkyō-eki - stazione di Tokyo); 新橋(Shinbashi-eki - stazione di Shinbashi); 品川(Shinagawa-eki - stazione di Shinagawa); 大船(Ōfuna Eki - stazione di Ofuna); 鎌倉(Kamakura-eki - stazione di Kamakura) e 逗子(Zushi-eki - stazione di Zushi).

(Picture from Wikipedia) La Yokosuka line è installata sull'EMU serie E217, che ha sostituito l'EMU serie 113 nel 1994. L'E217 è un convoglio da 11+4 o 10+5 carrozze. La Yokosuka line utilizza principalmente convogli da 11+4 carrozze, con nel mezzo inserite in posizione casuale ma accoppiate, due carrozze "green car" a due piani con sedili riservati e servizi igienici. Il colore dei treni è argento con una striscia a mezza altezza di color senape bordato di viola, la striscia superiore è senape nella parte inferiore e viola in quella superiore.

(Picture from Wikipedia) Questo è l'interno del piano superiore della Green car, in questo caso installata come carrozza numero 4.

(Picture from Wikipedia) Questa è la congiunzione del convoglio da 11 carrozze con quello da 4, praticamente vengono unite due carrozze con posto di guida, le due parti non sono collegate tra di loro. Questa foto è particolare perchè mostra la differenza tra i vecchi colori della Yokosuka line e quelli recentemente introdotti (a sinistra).



Se non riuscite a vedere il video su questo blog, cliccate qui!!

Ecco un piccolo video sulla Yokosuka, più un gioco che altro, le riprese sono fatte alla stazione di Yokohama, ero abbastanza preoccupato che il treno partisse lasciandomi a terra. E' divertente constatare la precisione dei giapponesi nel comportamento di quel signore che nel video aspetta un treno Shonan proprio nella corsia riservata ai passeggeri Shonan, nonostante la banchina sia praticamente deserta e il treno sia lungi dall'arrivare! Le corsie sono riservate, a sinistra per la Yokosuka e a destra per Shonan, e in ogni doppia-corsia c'è il numero della carrozza che si fermerà in quel punto. C'è da dire che il macchinista del treno che si vede nel video si è fermato almeno un metro oltre il limite, da licenziare subito, eccheddiavolo!!! Il modello sul quale sono stato è una variante dell'E217, si chiama E216-2010. La differenza principale? Nelle Green Car ci sono i servizi in stile giapponese...sfido chiunque ad utilizzare un servizio in stile giapponese in un treno, già è difficile sulla terra ferma...

12 commenti:

Paocin ha detto...

Caro Nicola. Se vuoi vedere un treno con un interno veramente "incredibile" guarda questa carrozza dell'AIZU Railway, con i sedili in tatami:

http://web-japan.org/nipponia/nipponia43/en/feature/feature07.html

Weltall ha detto...

Cugino ma questo video è nuovo o fa parte del vecchio materiale? ^__^

nicolacassa ha detto...

>Paocin> Cose incredibili!!

>Cuggino> Mi ero dimenticato di mettere la tag, le riprese sono del viaggio di quest'anno!!

ingiappone ha detto...

Che carini i treni giapponesi, io li adoro! In effetti, qui, uso la ferrovia al posto dell'autobus appena posso... è sempre un piacere prendere dei treni puliti ed efficienti, anche se sono vecchi: anzi, soprattutto se sono vecchi, direi (quelli della mia cittadina sembrano usciti da un film di Miyazaki!).
Ciao,
Marco

panapp ha detto...

Tutto questo perché in Giappone si è scelto di potenziare al massimo il trasporto su rotaia. In Italia invece ci si concentra più sulla gomma o peggio ancora sull'aereo, che costano di più ed inquinano di più. E vabé...

stefy ha detto...

Nostalgia, portami via... Ah, quanti viaggi fatti con la Yokosuka quando abitavo a Ofuna... sob, sob... sigh, sigh...

nicolacassa ha detto...

>ingiappone> Che bello il treno in giappone!!

>panapp> Pensare che in Giappone il macchinista di treni è uno dei lavori più ambiti dai giovani...

>Stefy> Abitavi a Ofuna? Che bello!!

panapp ha detto...

Davvero?!? Beh, piacerebbe anche a me... forse un po' ripetitivo, ma di certo interessante. :)

nicolacassa ha detto...

>panapp> Si, soprattutto perchè sono costretti ad una gestualità che sa di maniacale, durante il servizio (ad esempio indicare con la mano ogni semaforo che vedono) e confermare a voce alta pur essendo soli. Io lavoro all'aeroporto, nella sicurezza, faccio ogni giorno la stessa cosa: far tornare indietro le persone che suonano, far togliere la cintura, sentire sempre le stesse battute ("Sicuramente ho le palle d'acciaio") etc. Sto ancora pensando a quale può essere un lavoro poco ripetitivo che però non comporti un rischio (tutti i lavori di creatività sono soggetti ad un certo rischio fallimento...). Penso che alla fine l'unica salvezza sia il cercare la non ripetitività nella vita al di fuori dal lavoro, e purtroppo per questo i giapponesi non hanno tempo...

panapp ha detto...

Pacca sulla spalla ed auguri per il futuro!

Elisabetta ha detto...

"Penso che alla fine l'unica salvezza sia il cercare la non ripetitività nella vita al di fuori dal lavoro"

Letto, approvato e sottoscritto.

nicolacassa ha detto...

>Elisabetta> Penso che questo post sia stato il più palloso che abbia mai scritto! Perdonatemi!! ALlora, riguardo il "fuori dal lavoro", io confido in quella Yakisoba!! :)

A proposito quasi sicuramente sarò a Milano il 4, 5 e 6 novembre, ci sentiamo ok???

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola