domenica 2 dicembre 2007

右翼団体 - I Fascisti Giapponesi

Purtroppo, il Giappone non è il paese dei balocchi, c'è la criminalità organizzata, ci sono i maniaci, i bulli, le ragazzine si prostituiscono, etc, ma almeno tutti questi elementi non possono in qualsiasi modo entrare in contatto con uno straniero che viene in Giappone per turismo: diciamocelo, i maniaci molestano le donne giapponesi (solo quelle carine), i bulli molestano solo i loro compagni di classe, gli Yakuza si tagliano le dita a vicenda...ma nel mio viaggio ho trovato un elemento di disturbo che mi ha fatto perdere per un attimo il senso di sicurezza acquisito: solo gli 右翼団体(Uyoku Dantai - Gruppi di estrema destra).
Eravamo a 渋谷前(Shibuya-eki mae - Shibuya Crossing) e c'era questo pullmino nero, parcheggiato nel posto "più in divieto di sosta del mondo", cioè su strada rossa proprio affianco al marciapiede di Hachiko. Il pullmino, già avvistato ad Harajuku che sfrecciava sulla 413° sopra la 明治神宮前(Meiji-Jingūmae eki - stazione di Meiji-Jingumae)(video) era stracolmo di tipi di destra, tutti rintanati dietro i vetri oscurati (sono sempre giapponesi, quindi sono un pò timidi, anche perchè a Shibuya è pieno di belle ragazze), e il malcapitato di turno stava sul tetto e teneva un comizio, affiancato da una bandiera giapponese (日章旗, Nisshōki o bandiera del sole, cerchio rosso su sfondo bianco) e da una bandiera con il sigillo imperiale (菊花紋章, Kikka Monshō o Kikuka Monshō), ufficialmente chiamata 菊の御紋 (Kiku no Gomon - Simbolo imperiale del crisantemo), in questo caso era una bandiera nera (dovrebbe essere rossa) con il simbolo di un crisantemo stilizzato a sedici petali, il simbolo presente sui passaporti per intenderci, o sulla prua delle navi militari giapponesi.
I signori erano lì e io da bravo turista volevo fotografarli, ho scattato questa foto quando Sato mi ha detto: non fare più foto altrimenti ti ammazzano di botte. Ma come? In Giappone sono tutti bravi, gentili, curiosi, e questi mi ammazzano di botte? Deluso ho riposto la mia macchina fotografica, e mi sono chiesto come fosse possibile tutto ciò. Questo pullmino riporta a caratteri cubitali la seguente scritta: 大日本忠誠皇護会(Dai Nihon chuseikōgokai). Ho chiesto a una mia amica Giapponese come si traslitterasse questo ammasso informe di ideogrammi, e dopo avermi gentilmente fornito la traslitterazione ha avuto l'accortezza di scrivermi un'altra email (riporto letteralmente): loro sono gruppo di destra. fai attenzione!!!!! - Sono proprio temibili se devo avere così tanta paura anche dall'Italia!
Gli 右翼団体(Uyoku Dantai - Gruppi di estrema destra), secondo la polizia giapponese che li ha censiti, sono circa un migliaio, con più di 100000 membri in totale. Potete trovare un lista del pulmini del gruppo 大日本忠誠皇護会 qui.


(Video by smallcretzuli) Se non riuscite a vedere il filmato su questo blog, cliccate qui!!
Qui sopra un comizio tenuto nello stesso punto dai tipi dello stesso gruppo. Insomma morale della favola, non avvicinatevi a questi scemi. Sono peraltro anche una delle espressioni del razzismo Giapponese, espresso in tante forme e modi comportamentali: questa è la più violenta e si manifesta più che altro contro gli stranieri: se cliccate qui l'amico Josh da Tokyo dimostra come si possano accanire pesantemente contro che odiano: in questo caso dei Coreani che hanno comprato una proprietà in suolo Giapponese. I simpaticoni neri hanno stazionato per giorni davanti a questa proprietà coi loro "noise trucks" dicendone di tutti i colori e facendo un rumore pazzesco: La polizia ben si guarda dall'intervenire, anche perchè i poliziotti in giappone non sono proprio le persone più raccomandabili e appoggiano questi gruppi (la sosta del pullmino al Shibuya Crossing ne è la prova...). Anche questo è Giappone...

20 commenti:

Weltall ha detto...

Cugino ma è logico che non devi fotografarli e che cacchio!
Un po' di rispetto, un po' di riservatezza!
Giustamente se poi ti mettono le mani addosso hanno pure ragione, scusa.
Loro dicono "vieni in Giappone a fotografare noi? Ma rimanitene in Itlaia e fotografa i tuoi di fascisti!" seguita a ruota da una pioggia di bastonate ^___*

nicolacassa ha detto...

>Cuggino> Maccheccavolo da quegli altoparlanti uscivano musichette carine, pensavo fossero buoni!!!

francy ha detto...

Quindi tu hai rischiato di essere riempito di botte dai fasci???? Ma sai che male che ti facevano?????? :(

Comunque è incredibile che lo Stato no intervanga! E lo stesso succede in Italia! Che schifo!

Ma quindi spiega bene: se io metti che mi trovo da sola per le viuzze di Tokyo a fare spese e li incontro, devo avere paura? Loro ce l' hanno con gli italiani?
E poi, metti caso che vinco tanti soldi e decido di investirli in un appartamento in Omotesando (per dirne uno): questi s' incazzano e rischio di prenderle o che mi diano fuoco alla casa?
Come fnziona: in che senso ce odiano gli stranieri? Come si manifesta il loro razzismo?

nicolacassa ha detto...

>Francy> Boh così mi hanno detto, sicuramente non si sono neanche accorti di me. Non c'è pericolo che li incontri per strada e ti massacrino, girano per le strade a fare propaganda ma non fanno ronde punitive, come ho già detto in precedenza il Giappone è il paese più sicuro del mondo, ma non devi fotografarli o filmarli, sopattutto se sei straniero. Se vuoi vedere cosa fanno se compri una casa a Tokyo, guarda questo filmato, è molto esplicativo! Vorresti l'aiuto della polizia? Scordatelo, la polizia è razzista come loro.

カズ kazu.kura ha detto...

Ho appena scoperto di averli fotografati pure io... :|

nicolacassa ha detto...

>Cla> hehe, non vorrei allarmarti, ma fossi in te assumerei un body-guard...:))

SirTommy ha detto...

Ma non è che anche questi, come nel caso di alcune zone, sono considerati pericolosi secondo il metro di giudizio giapponese, ma magari non per il nostro?
P.S. se sono giapponesi non possono essere fascisti, magari idioti, ma il fascismo era un fenomeno circoscritto all'Italia

francy ha detto...

Ma questo video che mi hai linkato è allucinante! Questi vanno sotto casa della gente a dire loro: Il Giappone ai giapponesi! E la polizia non fa niente!

nicolacassa ha detto...

>sirtommy> Per il termine "Fascismo Giapponese" leggi qui: è un termine utilizzato dagli storici per definire l'ultranazionalismo in auge in Giappone dagli anni '30 alla fine della seconda guerra mondiale. Gli attuali "fascisti" ricordano con nostalgia quel periodo, in questo video i tipi mettono canzoni di quell'era agli altoparlanti del loro trabiccoli neri, e sventolano bandiere nere col crisantemo a 16 petali...questione di termini. Se sono pericolosi? Boh forse loro non in particolare, ma la polizia che li spalleggia, si, e ne parlerò nel prossimo post.
>Francy> Si, la polizia non fa niente...

niachan ha detto...

Dai, facciamo un gesto di protesta contro i fasciogiappi: noi nippoblogger italiani ci compriamo un'appartamento tutti insieme a Tokyo (che si sa, farebbe pure comodo, così ci andiamo a turno per le vacanze, ...)! Ovviamente con le pareti insonorizzate così non ci disturbano quando ci piazzeranno sotto le finestre un furgoncino con le canzoncine ;-) Scherzi a parte, di nazionalisti se ne vedono parecchi anche al palazzo imperiale per il compleanno dell'imperatore, il 23 dicembre. Quest'anno ci torno, è un evento di interesse antropologico vedere i giapponesi invasati che urlano banzaaaaaaaai!

http://stefyinjapan.splinder.com

nicolacassa ha detto...

>Stefy> Geniale, buona idea!! :))

Elisabetta ha detto...

... è sempre triste vedere gente che pensa di poter riportare indietro le lancette della Storia...

sirtommy ha detto...

Chiedo scusa per la mia ignoranza... ;-)

naitsirk23 ha detto...

mammamia che roba!Sono rimasto senza parole dal filmato!Ma Sono stati sotto casa di quel coreano per più di una settimana, e come se non bastasse col microfono a palla!Certe persone stanno veramente fuori!

nicolacassa ha detto...

>Cri> Sono proprio fuori...

riku ha detto...

ma no, ma dai, povero koreano!!!
ma anche a yanaka fanno queste cose? no perchè se alla fine di quest'anno avrò raccimolato abbastanza farò il grande passo e andrò a vivere a yanaka... mi hai messo 1 leggerissima paura...

Anonimo ha detto...

Nicola..complimenti per il tuo blog...che scopriamo proprio ora.
molto interessante.

Il fenomeno secondo noi è limitato a se stesso, nonostante si percepisca che generalmente l'allergia stranieri sia in aumento.
A giugno ho sostato sotto il pulmino mentre il tizio urlava ed un altro dava volantini...beh mi ha fatto il solito inchino mentre lo dava anche a me.
Sembrano molto naif...più che altro gasati quando stanno insieme..il vero pericolo infatti sono i bosozoku..lì il discorso si fà tosto, ma sono una rarità.

Il fenomeno però si fà interessante quando si fà alla rovescia,mio suocero è rimasto allibito nel sapere che in italia esiste un partito attivo che porta il nome di mussolini.^_^

Gianluca & kanako
youkosoitalia.net

nicolacassa ha detto...

>Riku> Spero di no!!! Ti invidioooo!!
>Gianluca e Kanako> Oh ciao!! Piacere di conoscervi e grazie della graditissima visita! Beh tuo suocero sa che qui si vendono i calendari di Mussolini?? Sfiguriamo proprio di fronte a tutto e tutti! Meglio il Giappone!

Anonimo ha detto...

Leggere di fatti che normalmente non vengono riferiti, come questi, può spaventare chi avesse intenzione di andare a vivere per un periodo più o meno lungo in Giappone...soprattutto perché si tratta di ostilità nei confronti degli stranieri. Però come sempre a fare più paura è ciò che non si conosce...se ci si pensa in modo completamente oggettivo, qua in Italia la probabilità di essere aggrediti per strada da drogati, stupratori, rapinatori, baby-gang che se ne sbattono di che nazionalità sei è molto più alta che non quella di avere noie con i fascisti in Giappone...

nicolacassa ha detto...

>anonimo> Questo è chiaro a tutti, il Giappone è un'oasi di benessere sotto il profilo della criminalità, ma fa comunque impressione sentire di queste (se pur limitatissime) frange di violenza.

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola