martedì 24 marzo 2009

風さわやかに16 (Vento Rinfrescante, parte sedicesima). 運動会6 (La giornata dello sport, parte sesta): 騎馬戦 (La battaglia "a cavallo")


Se non riuscite a vedere il video su questo blog, cliccate qui!!

Sedicesima parte di さわやかに(Kaze sawayaka ni - Vento rinfrescante), il filmato scolastico incredibilmente rimediato dal sottoscritto. Si tratta del filmato celebrativo di fine anno scolastico 1997 o 平成9(Heisei kyū nen - nono anno Heisei) secondo il calendario Giapponese, della 富士学校(Fuji Chū-gakkō - Scuola media Fuji), nella 埼玉(Saitama-ken - prefettura di Saitama).

Siamo al sesto ed ultimo capitolo dedicato al 運動会(Undōkai - La giornata dello sport), la manifestazione sportiva che si tiene ogni anno in tutte le scuole Giapponesi e che coinvolge tutti, dagli studenti agli insegnanti in roccambolesche gare, talvolta di natura estremamente bizzarra.

L'ultima gara registrata nel filmato è la 騎馬戦(Kibasen), cioè quella che tutti noi abbiamo fatto quando eravamo piccoli quando ci dividevamo in due squadre, salivamo sulle spalle di un nostro amico e combattevamo contro un altro "cavaliere" per buttarlo giù. In Giappone fanno le cose più in grande: ogni "cavaliere" è portato da un minimo di tre persone (che diventano quattro quando i partecipanti sono più giovani, e qualche volta anche in caso di compagini femminili). Di solito la squadra è composta da quattro cavalieri più relativi cavalli (quindi sedici persone), che si scontra con una squadra di identica composizione. Le regole del gioco prevedono che chi cade dai cavalli sia eliminato.

Così è sempre stato ma alcune scuole hanno già da tempo deciso di rendere lo scontro meno cruento introducendo una nuova modalità, cioè la conquista di una "bandiera", cioè di un foglio che i cavalieri tengono ripiegato sopra una bandana che hanno in fronte: semplicemente chi prende la bandiera che sta nella fronte del cavaliere rivale, elimina lui ed i suoi cavalieri. Anche così le cadute non mancano vista la foga che pervade gli atleti che prendono parte al gioco!

Nel video, le squadre composte da quattro cavalieri, sono a turno attaccanti ed attaccate: quando attaccate, si chiudono a cerchio difendendo una vera e propria bandiera attaccata ad un bastone poggiato per terra. Agli 1'46" del filmato un valoroso cavaliere della squadra rossa si getta a pesce sulla bandiera difesa dalla squadra verde provocando una vera e propria valanga di ragazzini.

E' inutile dire che, se quando è giocato alle scuole elementari, è un divertente e pacifico giochino, quando lo si gioca alle medie o alle superiori diventa una vera e propria battaglia senza esclusione di colpi, visto che a quanto pare non c'è un vero controllo da parte degli insegnanti che ci pensano bene prima di mettersi in mezzo alla mischia. I ragazzi si esercitano per mesi per mettere a punto delle buone strategie, e i più furbi applicano delle strategie veramente divertenti: se non c'è un trofeo di squadra da difendere e si gioca con tutta la scuola divisa in due enormi squadre, si può continuare a correre velocemente in qualsiasi direzione, cercando di salvarsi dagli attaccanti; se intrappolati in una mischia, di possono calpestare i piedi dei "cavalli" della squadra avversaria, o magari abbassare loro i pantaloncini, il che significa annullamento di qualsiasi potenzialità dei cavalli avversari.

Le lesioni alla testa e fratture alle braccia sono assai frequenti al punto che molte scuole hanno bandito questo gioco, odiato dalla maggior parte dei Giapponesi per ovvi motivi, e comunque giocato pure nel tempo libero dai più balordi della scuola che si scontrano in prove di forza per conquistare le ragazze, o persino da gruppi di salaryman ubriachi...

Qui la prima, la seconda, la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima, l'ottava, la nona, la decima, l'undicesima, la dodicesima, la tredicesima, la quattordicesima, la quindicesima, la diciassettesima, la diciottesima, la diciannovesima e la ventesima parte.

4 commenti:

Weltall ha detto...

Bello Nick! Mani in faccia come se non ci fosse un domani ^__^
Questo dev'essere uno spasso da guardare dal vivo ^__*

taro ha detto...

Voglio vedere i salaryman che fanno questo gioco!! Scommetto che cadono anche senza fare niente! XD

Che strage di ragazzi che fa questo gioco. Io lo facevo al mare, in modo da evitare impatti con il terreno. Al massimo rischiavamo l'affogamento... XP

nicolacassa ha detto...

>Cuggino> Eh si , era uno spasso anche quando lo facevamo a Carloforte in riva alla Bobba, com Marianna che cadeva sempre anche se non la toccava nessuno!! :DD

>Taro> Eh si noi tutti l'abbiamo fatto al mare, che divertimento!

nicolacassa ha detto...

>Mike> Hehe hai ragione! Grazie per aver scritto! (Per favore sfruttare il mio duro lavoro per cercare visibilità per il tuo).

Posta un commento

Vuoi commentare su ニコラ日本へ行く nicolaingiappone ma non sei iscritto nè vuoi saperne di iscriverti a Blogger? Nella sezione "Scegli un'identità" qui sotto seleziona "Nome/URL", poi scrivi il tuo nome o il tuo nickname nel campo "Nome" e il tuo indirizzo mail, o l'indirizzo del tuo sito, o anche niente nel campo "URL" (^O^)/

Ah, e non dimenticare di iscriverti al gruppo "nicolaingiappone > Cose Incredibili In Giappone" su Facebook!! \(^O^)/

[NOVITA']...e se non sopporti Facebook, segui gli aggiornamenti del blog su Twitter, iscriviti cliccando qui!! \\(^O^)//

Nicola